logo

a Milano dal 09-05-19 al 30-05-19 :

 Claudio Malacarne, La luce si colora

 Nella selezione di opere dell'artista mantovano la luce è protagonista indiscussa attraverso tocchi di colore dalla forte connotazione post-impressionista che t

Pisacane Arte, via Pisacane 36, Milano, (Milano) [vai alla mappa]

dal Lunedì al Venerdì: ore 10.00 – 19.00 Sabato: ore 10.00 -13.00 / 15.00 – 19.00

Ingresso libero

La galleria Pisacane Arte inaugura, alla presenza dell'artista, giovedì 9 maggio alle ore 18.30 in via Pisacane 36, Milano, la mostra "LA LUCE SI COLORA", esposizione personale di Claudio Malacarne. Nella selezione di opere dell'artista mantovano la luce è protagonista indiscussa attraverso tocchi di colore dalla forte connotazione post-impressionista che trae origine dalla lezione dei grandi maestri del colore come Gauguin, Van Gogh, Bonnard e Matisse.

I colori di Malacarne sanno catturare la luce. Sono intensi e selvaggi, a tratti vibranti, espressivi e fortemente ipnotici come nei Fauves. Nei due cicli esposti, "The Dreamers" e "Giardini", si delinea la doppia natura del percorso sensoriale di mostra che invita lo spettatore a un ascolto silenzioso in bilico tra la spensieratezza fanciullesca dei giochi d'acqua e la malinconia evocativa della contemplazione dei lussureggianti giardini dell'infanzia. Un viaggio attraverso i ricordi che ci porta ad essere contemporaneamente spettatori, nel ciclo dedicato ai giovani bagnanti, e protagonisti, negli spazi limitati e luminosi dei giardini.

«Le presenze adolescenziali nei "The Dreamers" permettono di riaccendere almeno per qualche labile momento il “fanciullo” che è in noi, consentendoci di ammirare il mondo con meraviglia» (Luigi Meucci Carlevaro)

Qui è l'acqua l'elemento predominante, fluida e luminosa, come insegna la lezione degli impressionisti. Non a caso questo elemento fresco e genuino è associato ai corpi di bambini e adolescenti spensierati, che rallegrano lo spirito di sensazioni giocose e rifocillano la nostra sete di purezza e serenità.

«Analogamente accade di fronte ai giardini o agli alberi, nei quali il colore fluisce in grandi campiture perfettamente armonizzate, che aspirano a descrivere uno spazio limitato in cui l'anima si isola in un clima di meditabondo, estatico rapimento» (Luigi Meucci Carlevaro)

Anche qui le ombre delle frasche e le luminosissime ambientazioni evocano i lavori degli impressionisti, dove la luce zampilla da un elemento all'altro creando “giardini incantati” nei quali lo spettatore è invitato a rivivere il periodo della propria giovinezza, in un malinconico e tenero dialogo interiore.

In mostra circa 30 opere tra tele e le celebri grafiche (serigrafie e retouchè). I soggetti sono quelli più amati di questo maestro contemporaneo, tra bagnanti e paesaggi verdeggianti e marini.

Nelle opere di Claudio Malacarne la bellezza estetica è al servizio dell'introspezione, in un'esortazione alla celebrazione della vita tra fluttuanti stati d'animo, tra potenti slanci emozionali e inquieta constatazione della finitezza dell'esistenza umana.

Evento organizzato da: Pisacane Arte

Sito web: www.galleria.pisacanearte.it

Locandina o altro allegato: link all' allegato

Note:

Segnalato da: M2F Communication

[torna a inizio pagina]