logo

a Genova il 17-11-11:

  narrativa contemporanea

 Vladimir Vertlib: una voce ironica della narrativa contemporanea

Vertlib, Via Garibaldi 18, Genova, (Genova) Presso la Sala Nobile di Palazzo Rosso[vai alla mappa]

17,30

Stazioni intermedie

Innegabile in questo libro l’elemento autobiografico perché le peregrinazioni per mezzo mondo del protagonista hanno veramente contrassegnato l’infanzia e l’adolescenza dell’autore. Ma, nel raccontare con leggerezza e ironia il destino di questa famiglia di ebrei sovietici in cerca di una nuova patria, Vertlib descrive situazioni che abbiamo tutti i giorni sotto gli occhi: le difficoltà di integrazione dei migranti, lo scontro con burocrazie crudeli, la diffidenza dei «locali» nei confronti dello straniero, il miraggio di un lavoro sicuro, le complicazioni (ma anche la ricchezza) del plurilinguismo. In più, e non poteva essere diversamente, un altro tema tutt’altro che secondario compare in queste pagine, quello, eterno, dell’identità ebraica, che attraversa sottotraccia quasi tutte le pagine, anche quelle apparentemente leggere o scherzose.

Vladimir Vertlib è nato a Leningrado nel 1966. Nel 1971 emigra con la famiglia in Israele. Poi vivrà a Vienna, Roma, Amsterdam, di nuovo in Israele e negli Stati Uniti. Infine, nel 1981, torna in Austria dove lavora come scrittore, traduttore, sociologo e giornalista a Salisburgo e a Vienna. Considerato uno dei migliori autori austriaci, ha ricevuto numerosi premi. Questo è il suo primo libro pubblicato in Italia, definito dalla Neue Zürcher Zeitung l’autentico romanzo europeo che critici e lettori attendevano da tempo.

Evento organizzato da: casa editrice Giuntina e istituto di cultura austrico

Sito web: www.giuntina.it

Locandina o altro allegato:

Note:

Segnalato da: francescab

[torna a inizio pagina]